A casa di Stefano e Antonio: Progetto di cohousing ai sensi Legge 112/2016 Dopo di Noi


attività istituzionale art. 4.2 lettera b) dello Statuto

Il principio è quello del riconoscimento del diritto della persona con disabilità ad avere un proprio progetto di vita dignitoso e rispettoso di abitudini, bisogni e aspirazioni personali, in conformità a quanto sancito dalla Convenzione Onu all’art. 19, che recita: “Le persone con disabilità abbiano la possibilità di scegliere, su base di uguaglianza con gli altri, il proprio luogo di residenza e dove e con chi vivere e non siano obbligate a vivere in una particolare sistemazione”.

La “Fondazione StefyLandia Onlus”, realizza innovative soluzioni di “co-housing”, “domiciliarità comunitaria” e “housing sociale” che riconducono a una confortevole dimensione di “casa domestica”, intesa come luogo dove sentirsi accolti, benvoluti e protetti, nel pieno e più assoluto rispetto dei tempi e dei ritmi individuali e della personalizzazione del proprio ambiente privato.

Tali modelli abitativi, proprio per le loro innovative caratteristiche di elasticità nella conduzione, si propongono come una alternativa alle tradizionali residenze destinate solitamente alle persone con disabilità e fragilità, affiancandosi quindi ai classici servizi già strutturati e protocollati e nell’ottica di una deistituzionalizzazione, anche in osservanza alla “Legge n. 112/2016 Dopo di Noi”.

Tutto ciò anche riferito a percorsi di esercitazioni all’autonomia, a sperimentazioni alla vita indipendente o al turismo sociale, solidale, responsabile, ecosostenibile, accessibile.

In tali ambiti, in ottemperanza a quanto programmato dal Comitato Promotore per il “Progetto StefyLandia”, la nostra Fondazione si propone anche di realizzare il “sogno” della “Residenza StefyLandia”, in un immobile a Salò in splendida zona panoramica e in centro storico, vicino ai servizi, ai negozi e al lungolago, sempre prendendo ispirazione dall’esperienza di vita di Stefano, il figlio della nostra Presidente, in quanto è solamente grazie a lui se esiste la “Fondazione StefyLandia”…

Difatti a Salò, nel c.d. “Borgo StefyLandia”, in meravigliosa posizione panoramica dello splendido Golfo del Lago di Garda,  sono già ubicate:

      la “Palazzina Salodium”, ove si trova anche la sede della “Fondazione StefyLandia” 

      “la casa” di Stefano Crescini, che necessita di amorevole e qualificata assistenza h24. Stefano, in un senso di adultità,abita in uno spazio personale (dotato di cucina indipendente, camere e bagno attrezzato) ricavato nell’appartamento familiare con giardino vista lago, nel quale per 12 anni ha sperimentato – insieme alla nonna materna, scomparsa nel 2017 all’età di 94 anni – una meravigliosa esperienza di co-housingTant’é che, in occasione della “Ricognizione residenzialità anno 2017 – Attuazione Decreto Dopo di Noi” effettuata dalla Regione Lombardia, la “Fondazione Sig Servizi Integrati Gardesani Ambito 11 Garda” (ora Azienda Speciale Consortile Garda Sociale Ambito 11 Garda) aveva ritenuto, pur rilevando l’esigua presenza di esperienze sul nostro territorio, di segnalare la “FondazioneStefyLandia” quale ente realizzatore di un progetto di coabitazione già in essere, riferendosi proprio a quello del nostro Stefano con la sua nonna (co-housing nipote-nonna), in vista di una possibile replicabilità dell’esperienza, potendo difatti ospitare altre persone fragili.

Diapositiva1 copia
Diapositiva063

A CASA DI STEFANO E ANTONIO

PROGETTO DI CO-HOUSING A SALO’ (BRESCIA) SUL LAGO DI GARDA

E difatti, dall’anno 2021, nella stessa abitazione familiare di Stefano, a Salò con giardino vista lago, dove è stato ricavato uno spazio riservato personale, dotato di cucina indipendente, camere e bagno attrezzato, “Fondazione StefyLandia” è ente gestore dei nuovi progetti “A casa di Stefano e Antonio”, finalizzati ad una nuova esperienza di co-housing tra due coetanei, finanziati dai Bandi “Legge 112/2016 Dopo di Noi”, che vedono l’Assistente Sociale Comunale salodiana rivestire il ruolo di case manager, il tutto con la supervisione dell’ASST dell’ambito territoriale.

Nell’anno 2018 il nostro Antonio Pellegrini era stato il primo protagonista del primo progetto all’autonomia finanziato dal Bando “Legge 112/2016 Dopo di Noi” che aveva visto “Fondazione StefyLandia” nella veste di ente realizzatore e per il quale avevamo coinvolto in partnership anche altri soggetti privati.

E cosa c’è di meglio di iniziare un percorso importante come il condividere occasioni di tempo libero e di conoscenza reciproca da vivere in scenari meravigliosi ?
Li vediamo sul lungolago di Salò, a casa di Stefano e a Riva per il primo bagno di stagione….forza Stefano ed Antonio che l’estate è appena iniziata ed altre fantastiche proposte vi attendono!!!! eccoli con le assistenti Selima Bacchetti e Sabrina Foffa

Autonomia: capacità di provvedere da sé alle proprie necessità. Da dove si parte per raggiungere l’autonomia ? Perché non partire dall’ imparare a cucinare ? E se poi si tratta di dolci, tutto diventa più gustoso. Bravi Antonio e Stefano che con i progetti legge 112/ 2016 gestiti dalla nostra Fondazione StefyLandia continuano con motivazione e divertimento il loro percorso verso l’autonomia.

Andare in gita è senz’altro un’attività ricreativa e divertente,  ma organizzare il tutto, decidere dove, come e con chi andare, e curare la preparazione del pasto, diventa una grande occasione di lavoro di potenziamento delle autonomie e dell’autodeterminazione. Questo è il lavoro che Stefano ed Antonio svolgono con i progetti legge 112/2016 organizzati dalla nostra Fondazione StefyLandia, qui con gli assistenti Selima Bacchetti e Nicola Conti 

Applicare il diritto dell’ “autodeterminazione” alle attività di tempo libero significa poter e saper scegliere non solo come trascorrere il tempo ma anche e soprattutto con chi, potendo così vivere relazioni autentiche. Oggi Stefano ed Antonio, insieme all’assistente Selima Bacchetti, nell’ambito dei Progetti Dopo di Noi Legge 112/2016 promossi dalla nostra Fondazione, hanno deciso di invitare a trascorrere un pomeriggio di svago Alice, studentessa dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Brescia, che sta svolgendo con motivazione il suo tirocinio presso la Fondazione StefyLandia . A giudicare dai sorrisi che si intravedono sotto la mascherina è stata proprio una bella giornata

L’autonomia ha il gusto saporito di una pizza succulenta, preparata e cucinata con le proprie mani. Antonio e Stefano continuano proficuamente il loro percorso verso l’autonomia nell’ambito dei progetti legge 112/2016 gestiti da Fondazione StefyLandia.. grazie alla nostra assistente Selima Bacchetti!

Qual e’ la ricompensa per le fatiche fatte per aumentare le proprie autonomie ? Il sorriso di chi è consapevole e soddisfatto di aver ampliato le proprie possibilità e di avere aperto davanti a sé nuove mete ancora più importanti a cui ambire!!!! Stefano ed Antonio continuano con successo il loro cammino verso l’autonomia grazie al progetto finanziato dalla legge 112/2016 e curato da Fondazione StefyLandia.

La cena più buona è sempre quella che ci siamo cucinati. Bravi Stefano ed Antonio che continuano il loro percorso verso la futura coabitazione, grazie ai progetti finanziati dalla legge 112/2016 Dopo di Noi gestiti dalla nostra Fondazione StefyLandia! Si è unita al percorso di accompagnamento anche la nuova assistente Daniela Cavalleri.  

Diventare adulti richiede coraggio, impegno e fatica. Significa abbandonare una condizione protetta per una ancora in divenire, che si apre su un possibile che si deve imparare a governare. Diventare adulti significa vivere la libertà delle proprie scelte, assumendosene anche la responsabilità. Significa sentire il bisogno di uscire dai desideri del proprio Io per viversi come parte di una comunità e sentire la necessità di fare la fatica di dare il proprio contributo alla sua crescita. Diventare adulti significa essere consapevoli delle proprie autonomie, guardando con soddisfazione il percorso fatto per conquistarle. Significa poter affermare con la giusta soddisfazione IO SONO. Stefano ed Antonio insieme alle loro famiglie, grazie al progetto finanziato dalla legge 112/2016 sul Dopo di Noi gestito dalla Fondazione StefyLandia stanno provando a diventare adulti e ci stanno provando insieme, da compagni di viaggio, da amici veri…

Il 10-11 dicembre 2021 prima giornata intera di convivenza, comprensiva dell’emozionante momento della notte 😍

…Che ogni essere umano possa essere per l’altro presenza di speranza

Compleanno di Antonio!!

Rifarsi il letto – ok! Caricare la lavastoviglie – ok! Fare la lavatrice – ok! Stefano ed Antonio continuano ad aumentare le loro abilità domestiche e di cura degli spazi abitativi grazie ai progetti legge 112/2016 gestiti dalla nostra Fondazione! Il traguardo del cohousing si avvicina…

La “Fondazione StefyLandia” realizza progetti abitativi in immobili già di proprietà delle famiglie o in convenzione/partenariato/gestione con soggetti privati e pubblici, per “fare casa” e viverci stabilmente o per sperimentare percorsi all’autonomia e alla vita indipendente in un senso di emancipazione familiare e di adultità o per soggiornare ai fini turistici, anche finanziabili da Bandi.

La “Fondazione StefyLandia” opera a livello nazionale

Se sei interessato ad approfondimenti, anche in videoconferenza, contatta il dott. Gabriele Biasin Assistente Sociale, Coordinatore Generale e Monitore della “Fondazione di Partecipazione StefyLandia” telefono 333 7761378  mail gabrielebiasin@fondazionestefylandia.it